Ciao, sono GUD, una dei soci fondatori di Ergonauth e in questo primo articolo, vi parlerò del nostro plus valore: il fattore umano.

Già, alla fine di una profonda riflessione, questa è la pepita rimasta nel setaccio delle skill con cui ci presentiamo sul mercato della comunicazione, dell’online marketing ed in senso lato, del design.

il fattore umano è una caratteristica molto precisa e ben lontana dai trend ma seguitemi in questo ragionamento e vediamo se, alla fine, giungeremo alla stessa conclusione.
Siamo un’agenzia che offre servizi professionali nell’ambito della comunicazione strategica, e fin qui è tutto chiaro. Qualora non lo fosse, lo spiego come facevo con la mia nonna.
Allora Nonna, hai presente le cose che amo di più fare? Esatto, scrivere e disegnare, ecco le faccio un po’ per me e un po’ per il capitalismo. Sì quella roba lì, esatto, sì, no hai ragione, sì, ok, sì, sì, no, sì, diciamo che c’è una via di mezzo, un compromesso per il quale, lo faccio solo se le realtà con cui collaboro mi corrispondono, solo se c’è qualcosa in comune nella visione del mondo, sì un po’ lavoro un po’ filosofia, sì, sì nonna, sì, ok nonna, va bene, ho capito, sì, sì nonna, no non togliere la teglia che le finisco.

Siamo quindi un’agenzia di comunicazione strategica, che è, di fatto, composta da elementi di talento ( e qui, non mi addentro nello snocciolare boriosi riconoscimenti, ma con un’implicita chiosa circa i successi di ogni membro nelle categorie di rilievo per la professione. Per saperne di più, potete tranquillamente googlarci o stalkerarci perché “imbrodarmi” non è il mio.).

Infine siamo, operiamo e amiamo a Firenze. Una città a misura di uomini dal corpo normale ma dallo spirito IMMANE.
È questo terzo punto, che in fin dei conti è una condizione di esistenza a priori della fondazione dello studio , su cui noi, come Ergonauth, fioriamo.

Firenze non è Milano.
Ovvio. Per clima, accento e opportunità.
E rendersene conto, inizialmente è doloroso quanto scoprire che la persona che ami è di Pisa. Tuttavia mi chiedo se sia possibile trasformare un tallone d’Achille in un tallone da killer…

Firenze non è Milano.
Non ci sono grattacieli, opere architettoniche all’avanguardia, strade con più di quattro corsie, trapper famosi in giro. È un non-luogo in un gap spazio temporale nel quale coesistono il fermento artistico proiettato al futuro e l’originale cuore dello stesso, una specie di appartamento concettuale nel quale convivi con l’amore della tua vita, la sua ex moglie e la madre.

Firenze non è Milano.
Trovare i finanziatori di progetti è più simile alla ricerca di Diogene che a Kickstarter. I nomi di grandi attività sono spesso nomi di persone o di famiglia e se proponi una campagna TikTok nella chat di lavoro, ti viene, molto probabilmente, risposto “ki è?”.

Firenze non è Milano.
A costo del vivere nell’anti-convenzionale, qui si fanno le cose a nostro modo e non per moda.
Si cavalca il successo ma con passo mediceo, si incentiva l’innovazione a misura d’uomo ma vitruviano e ad un articolo sulle 3 cose che non possono mancare ad un copy di successo, preferiremo sempre una terzina di endecasillabi incatenati.

Così, in barba ai consigli di scrivere un decalogo di trend SEO Friendly, di scegliere un titolo da Clickbait, o di puntare su una comunicazione stratosferica che ci racconti come un’agenzia scesa direttamente dai cieli dei ceo, ci presentiamo in tutta onestà intellettuale, come un’agenzia di comunicazione ganza, che crede che il valore delle cose sia determinato dalle persone che vi stanno dietro.

Il mondo è pieno di agenzie che possono offrire gli stessi, meravigliosi ed efficienti, servizi che offriamo noi, a patto che il modo, per voi, non faccia differenza.
Qualora la facesse, qualora steste cercando qualcosa d’altro che un service, dall’altra parte del telefono o del tavolo,
eccoci.

Benvenuti in casa Ergonauth.